Seleziona una pagina
Miglior Fitness Tracker 2024

Miglior Fitness Tracker 2024

I Migliori Modelli → Guida all'Acquisto → Confronto Prezzi

Quale Fitness Tracker Comprare? Ecco la Classifica di Aprile 2024.

Guida all'acquisto - Fitness Tracker

Guida all'Acquisto

Quale tipo scegliere di
Fitness Tracker?

Offerte del Giorno su alcuni modelli di Fitness Tracker

Oggi in Offerta

Offerte del Giorno su 3 modelli di
Fitness Tracker

Migliori Fitness Tracker Economici

Questi sono i migliori 3 fitness tracker economici cinesi che abbiamo recensito e selezionato per voi. Questi sono quelli che funzionano meglio e con il miglior rapporto qualità/prezzo.

1. Primo Classificato

2. Secondo Classificato

3. Terzo Classificato

Migliori Fitness Tracker per il Sonno

Questi sono i migliori 3 fitness tracker per monitorare il sonno che abbiamo recensito e messo a confronto. Abbiamo selezionato questi 3 modelli perché sono quelli più indicati per tale scopo.

1. Migliore di Fascia Alta

2. Migliore Qualità Prezzo

3. Migliore Economico

Migliori Fitness Tracker con GPS Integrato

Questi sono i migliori fitness tracker con GPS integrato. Li abbiamo recensiti e messi a confronto nella nostra classifica, dividendoli per fascia di prezzo.

1. Migliore di Fascia Alta

2. Migliore Qualità Prezzo

3. Migliore Economico

Migliori Fitness Tracker per il Nuoto

Questi sono i migliori 3 fitness tracker per il nuoto che abbiamo selezionato e messo a confronto. Tutti e 3 i modelli sono impermeabili e specifici per chi vuole monitorare la propria attività fisica durante le sessioni di nuoto.

1. Migliore di Fascia Alta

2. Migliore Qualità Prezzo

3. Migliore Economico

Le Migliori 3 Offerte di OGGI su Amazon

Questi sono i 3 modelli di Fitness Tracker con il Migliore Sconto di OGGI su Amazon. Le Offerte possono variare ogni giorno, quindi approfittane prima che scadano.

Informativa AffiliazioneI pulsanti "Vedi Offerta" e le immagini dei prodotti, contengono un link di affiliazione ad "Amazon". In qualità di Affiliato Amazon dunque, Sceltaideale.it potrebbe ricevere una piccola commissione dagli acquisti considerati idonei.

Fitness Tracker | Guida all'Acquisto

Come scegliere il giusto modello di Fitness Tracker? In questa guida all'acquisto, vi aiuteremo a capire quali caratteristiche deve avere un buon modello di Fitness Tracker e le principali differenze tra le varie tipologie.

1. Quando acquistare un Fitness Tracker?


Chi ama mantenersi in forma e pratica molto sport, troverà in un fitness tracker lo strumento ideale per monitorare l’attività fisica.

Negli ultimi anni, il mercato è stato letteralmente sommerso da questa tipologia di dispositivi che vengono chiamati abitualmente anche smartband, activity tracker, braccialetti fitness o sportwatch.

In questa nostra guida all’acquisto, cercheremo di fare maggiore chiarezza sulle varie tipologie in commercio e soprattutto come scegliere il miglior fitness tracker per le proprie esigenze.

2. Tutte le tipologie di Fitness Tracker


Il termine fitness tracker è molto generico e raggruppa qualsiasi dispositivo indossabile che permette di monitorare, in modo più o meno complesso, un’attività fisica. Per effettuare una scelta soddisfacente, il punto di partenza è stabilire il motivo per cui si vuole acquistare questo tipo di prodotto.

Mai come in questo caso, è fondamentale aver ben chiaro l’utilizzo previsto, in modo da mettere al polso un modello che non abbia funzioni troppo limitate oppure sia totalmente sprecato per l’attività che si intende svolgere. Vediamo di seguito le varie tipologie di fitness tracker presenti sul mercato con caratteristiche, pro, contro e fascia di prezzo.

A. Braccialetti Contapassi

La prima tipologia che vogliamo analizzare è in assoluto la più economica e come tale ha delle funzioni molto limitate. Il suo scopo è contare i passi prodotti nell’arco della giornata e di conseguenza stabilire la distanza percorsa. In commercio si trovano un numero impressionante di modelli con una fascia di prezzo che varia da 10 a 20 euro.

Il braccialetto contapassi viene anche chiamato “pedometro da polso” e per funzionare utilizza dei sensori che rilevano il movimento del polso stesso durante la camminata. Ciò implica un basso grado di precisione poiché vengono contati passi anche restando fermi e muovendo solo il braccio.

La struttura di questi modelli è totalmente realizzata in materiale plastico con cinturino in silicone. Offrono solitamente un grado di protezione IP67 / IP68 per renderli perfettamente resistenti a sudore, acqua e polvere. Inoltre sono leggeri, confortevoli e alcuni modelli possono disporre anche di un piccolo display touchscreen con indicata ora e data.

Oltre al numero di passi e distanza percorsa, questi dispositivi elettronici calcolano anche velocità media e quantità di calorie bruciate, mentre l’eventuale connessione Bluetooth permette di associarli al telefono e scaricare i dati con la relativa app.

Questa categoria è sicuramente consigliata a chi ha poche pretese e desidera avere un’idea approssimativa della distanza percorsa camminando durante l’intero arco della giornata. I vantaggi sono prezzi bassi e facilità di utilizzo, di contro c’è un elevato grado di imprecisione.

B. Smartband

Questa è la categoria maggiormente diffusa e rappresenta un’evoluzione della precedente: permette un monitoraggio più completo e maggior versatilità d’uso. A livello strutturale rimangono dei braccialetti in materiale plastico e silicone. Oltre alla modalità contapassi, sono in grado di analizzare altre attività sportive come corsa e nuoto. Si associano al telefono tramite Bluetooth potendo scaricare a fine giornata tutti i dati attraverso l’app.

Normalmente è presente anche un sensore da polso per rilevare il battito cardiacoe sono dotati di display LCD, ma esistono anche modelli ultra sottili senza schermo come il Fitbit Flex 2: ha la caratteristica di avere il tracker asportabile dal cinturino, in modo da poterlo applicare come fosse un ciondolo ad una collana o braccialetto. In questo caso il prodotto è dotato di un sistema denominato SmartTrack che riconosce automaticamente il tipo di attività svolta ed è in grado di monitorare anche il sonno.

Per questa categoria c’è solo l’imbarazzo della scelta: a fianco di famosi marchi come GarminFitbitJawbone e Xiaomi, negli ultimi tempi si sono affacciati moltissimi brand di aziende pressoché sconosciute che propongono modelli a costi decisamente bassi.

Quest’ultimi sono prodotti almeno sulla carta completi, con sensore da polso per rilevare la frequenza cardiaca e spesso in grado di ricevere anche le notifiche dal telefono. Il più delle volte viene indicata la possibilità di monitorare numerose attività inserendo sport tra i più disparati come tennis, arrampicata, badminton, yoga, calcio, basket, ecc. Noi consigliamo comunque di fare molta attenzione a quello che acquistate, perché il più delle volte, questi dispositivi non fanno altro che contare passi e calcolare la distanza percorsa ma con scarsa attendibilità.

Lo svantaggio principale degli smartband rimane il basso livello di precisione dei dati rilevati che non si basa su GPS ma sul lavoro di un accelerometro a tre assi: un sistema comunque più performante di quello presente sui braccialetti contapassi ed in grado di rilevare il movimento in più punti del corpo. A ciò si deve aggiungere un utilizzo non sempre comodo viste le ridotte dimensioni del display che spesso non permette di avere tutti i dati in un’unica schermata: ad esempio, per visualizzare il battito cardiaco mentre si svolge un’attività, è necessario selezionare la relativa opzione entrando nell’apposito menu.

Inoltre, il livello di affidabilità è legato sostanzialmente alla marca e alla qualità dei componenti interni del dispositivo. Considerate che i modelli di fascia bassa vengono venduti in una fascia di prezzo di circa 30 euro, mentre i prodotti più efficienti e con maggior numero di sensori superano anche i 100 euro.

Il target di questi dispositivi è decisamente più ampio rispetto ad un braccialetto contapassi; tuttavia, rimane una valida soluzione per persone che desiderano un prodotto completo, facile da usare ma con pretese non altissime. Non sono fitness tracker adatti a chi ha la necessità di monitorare con precisione un’attività sportiva, quindi non li consigliamo per un uso professionale.

C. Sportwatch

Lo sportwatch è l’ennesima terminologia inglese impiegata per indicare un ulteriore suddivisione dei fitness tracker. Lo possiamo considerare l’evoluzione di uno smartwatch ed è nato per venire incontro alle esigenze di coloro che vogliono avere un valido strumento per monitorare in modo completo un’attività fisica.

Rispetto alle precedenti categorie, questi modelli sono equipaggiati con GPS pur mantenendo l’accelerometro e con l’aggiunta di molti altri sensori. Ciò consente di rilevare la propria posizione con assoluta precisione e di conseguenza anche i dati saranno più attendibili. L’utente può utilizzare il dispositivo come un evoluto contapassi e ottenere tutte le solite informazioni, oppure sfruttare il GPS e avviare specifiche sessioni di allenamento per monitorare una corsa, un giro in bicicletta o una nuotata.

La struttura si trasforma da un sottile braccialetto ad un orologio con quadrante rettangolare o rotondo e ampio display. Il prezzo varia a seconda delle prestazioni offerte e delle qualità hardware: i modelli top di gamma dei marchi leader come Garmin e Suunto arrivano a superare anche i 500 euro.

Se lo smartwatch è considerato un oggetto di tendenza, questi dispositivi hanno invece una spiccata indole sportiva. Il design è meno ricercato e l’aspetto estetico più rude: si tratta di fitness tracker che puntano su efficienza e praticità, lasciando in secondo piano l’eleganza.

La cassa è realizzata completamente in materiale plastico estremamente resistente, con cinturino rigorosamente in silicone e vetro antigraffio; devono offrire massima resistenza ad acqua, sudore e polvere con i modelli top di gamma che possono essere immersi anche fino a 50 metri di profondità.

Visto l’utilizzo soprattutto durante le attività fisiche, difficilmente presentano un display touchscreen ma dei tasti attorno alla corona, ben più pratici. L’autonomia della batteria raggiunge anche le 12 ore nelle condizioni più estreme, arrivando ad oltre 7 giorni se si utilizza come un normale smartwatch. Le funzioni a disposizione sono numerose e più o meno complesse a seconda del modello scelto.

Il Forerunner 935 ad esempio, modello di punta della Garmin, è tra i più completi sportwatch che si possano trovare attualmente sul mercato; è equipaggiato con sensore cardiaco da polso ma nello stesso tempo compatibile con le fasce cardio HRM-Tri e HRM-Swim. Assicura poi fino a 9 giorni di autonomia (varia in base al tipo di utilizzo) e offre profili multisport personalizzabili. A tutto questo si deve aggiungere un’impermeabilità fino a 5 ATM, monitoraggio del nuoto in piscina e acque libere, dinamiche di corsa avanzate, funzioni specifiche per running e ciclismo, senza dimenticare la visualizzazione delle notifiche dello smartphone direttamente sul display.

Questa categoria di fitness tracker unisce elevate prestazioni per il monitoraggio delle attività sportive con le basilari funzioni di uno smartwatch. Sono dispositivi destinati ad atleti amatori ma anche professionisti con la necessità di massima precisione e personalizzazione nell’impostare specifici parametri, come stress core e soglia anaerobica: il tutto allo scopo di ottimizzare gli allenamenti e migliorare le proprie performance.

D. Smartwatch

Acquistando prodotti di fascia alta, le differenze tra smartwatch e sportwatch sono spesso minime. Da una parte i modelli proposti da aziende come Apple e Samsung offrono anche una sezione per il monitoraggio delle attività fisiche di tutto rispetto e dalle elevate prestazioni, dall’altra gli sportwatch top di gamma assicurano una perfetta comunicazione con il telefono ricevendo mail, chiamate e gestendo le notifiche in modo ottimale.

Un esempio è il modello Fenix 5S di Garmin: unisce l’eleganza tipica di un orologio intelligente di tendenza con caratteristiche tecniche per monitorare in modo professionale qualsiasi attività fisica.

Per chi è interessato a questa categoria di prodotto, consigliamo comunque di vedere la nostra pagina dedicata con guida all’acquisto e classifica dei migliori smartwatch.

3. Funzioni Principali


Dopo aver visionato le varie tipologie di activity tracker, passiamo ora ad analizzare le funzioni più importanti che un fitness tracker può offrire. Ecco di seguito quelle che incidono maggiormente sulla praticità e la qualità dei risultati:

  • GPS: la presenza del rilevamento satellitare della posizione è fondamentale per avere un adeguato livello di precisione nel monitorare attività come corsa e ciclismo;
  • Dati rilevati: di base un buon modello deve fornire la distanza percorsa, velocità media, durata totale e calorie bruciate. Prodotti più prestazionali offrono anche il battito cardiaco (frequenza media, minima e massima), tempi intermedi, tempi sul giro e dati sul monitoraggio del sonno;
  • Impermeabilità: è una funzione indispensabile visto l’utilizzo a cui è destinato un fitness tracker. Il grado di protezione IP67 o IP68 è un fattore imprescindibile. Se si vuole monitorare il nuoto è essenziale scegliere modelli che si possono immergere anche ad oltre 10 metri di profondità;
  • Sensore cardio: ormai quasi tutti i modelli sono dotati di sensore al polso per rilevare la frequenza cardiaca. I prodotti migliori assicurano dati attendibili. Verificare anche la compatibilità con eventuale fasce toraciche;
  • Microfono integrato: permette di poter effettuare o rispondere a chiamate;
  • Notifiche: offre la possibilità di ricevere sul display direttamente dal telefono messaggi di posta, SMS, notifiche di Facebook, Whatsapp e visualizzare le chiamate in arrivo.

4. Compatibilità


Un aspetto da non sottovalutare per essere sicuri di acquistare il miglior fitness tracker per le proprie esigenze, è la compatibilità con il proprio dispositivo mobile. Visto che ormai qualsiasi modello si associa allo smarthphone, è buona norma verificare che il telefono in possesso rientri tra quelli supportati dal braccialetto.

Normalmente, nelle specifiche tecniche sono indicate le marche supportate o eventuali modelli che potrebbero avere dei problemi. Per quanto riguarda sistemi Android o iOS, solitamente ogni prodotto offre pari compatibilità.

5. Cinturino


La buona qualità di questo componente assicura comodità ma soprattutto durata nel tempo. Il materiale di riferimento è il silicone che unisce resistenza ad adeguata morbidezza.

Anche le dimensioni devono essere adatte al diametro del polso. Essendo dispositivi unisex, molte aziende inseriscono nella confezione più taglie di cinturini facilmente intercambiabili.

6. Display


Qualità e dimensione del display vanno di pari passo con tipologie e prezzo del fitness tracker. Si va da schermi in bianco e nero molto piccoli, a display touch screen a colori che equipaggiano gli sportwatch di fascia alta. Un aspetto da verificare con attenzione è la presenza della retroilluminazione che permette di avere una visuale più chiara anche in condizioni di scarsa luminosità.

Fattore che interessa soprattutto i più sportivi è il sistema di spegnimento automatico del display. Per rendere chiaro il concetto, mettiamo a confronto due modelli: il Fitbit Ionic e il Garmin Forerunner 735XT.

Il primo ha un display a colori che si spegne dopo pochi secondi e si riattiva scuotendo il polso, il secondo invece è sempre acceso come fosse un normale orologio. Mentre si sta svolgendo un’attività ad esempio, è decisamente più comodo avere uno schermo che permette, con una rapida occhiata, di osservare i parametri velocemente.

7. Software e Facilità d’uso


Spesso capita che le ottime qualità hardware di un prodotto siano rese vane da software con gravi mancanze e interfacce poco intuitive. Soprattutto nei modelli più prestazionali, l’applicazione da installare sul dispositivo mobile è fondamentale per scaricare i dati, confrontare i vari allenamenti e gestire tutte le impostazioni.

Un software tra i migliori è sicuramente il Garmin Connect che offre un’interfaccia utente tra le più complete e di facile utilizzo. Tutte le informazioni vengono visualizzate sotto forma di grafici di immediata comprensione. Inoltre consente di fissare obiettivi, ricercare vecchie statistiche di prestazioni ottenute a distanza di oltre un anno e analizzare dati riguardanti lo stato di salute come ore di riposo, variazione del peso corporeo e calorie giornaliere assunte e bruciate.

Quindi, prima di comprare un fitness tracker, vi consigliamo caldamente di verificare nelle specifiche tecniche del prodotto, quale software di gestione è presente e se le funzionalità offerte, risultano intuitive e di rapido accesso in modo da essere sicuri che il modello scelto, sia effettivamente il miglior fitness tracker per le vostre attività sportive.

Altri Modelli di Fitness Tracker

Qui sotto trovi gli altri modelli di Fitness Tracker che abbiamo confrontato e che potrebbero interessarti. Se desideri vederli tutti, clicca sul seguente link: → Fitness Tracker | Modelli

No posts found

Domande e Risposte | Sceltaideale.it

Ti Serve Aiuto?

Non sai ancora Quale Fitness Tracker scegliere? Se hai bisogno di aiuto, puoi registrarti al nostro servizio di Domande e Risposte, lo staff di ✓sceltaideale.it ti aiuterà a scegliere il modello più adatto per le tue esigenze.

↑ Torna Su

al Menù Iniziale

↑ Torna Su

alle Offerte di Oggi

Già visto i 3 modelli OGGI in Offerta?
x
Le Offerte del Giorno
Search
Generic filters
Exact matches only
Search
Generic filters
Exact matches only