Seleziona una pagina
Miglior Mountain Bike 2024

Miglior Mountain Bike 2024

I Migliori Modelli → Guida all'Acquisto → Confronto Prezzi

Quale Mountain Bike Comprare? Ecco la Classifica di Maggio 2024.

Guida all'acquisto - Mountain Bike

Guida all'Acquisto

Quale tipo scegliere di
Mountain Bike?

Offerte del Giorno su alcuni modelli di Mountain Bike

Oggi in Offerta

Offerte del Giorno su 3 modelli di
Mountain Bike

Migliori Mountain Bike Entry-Level

Queste sono le migliori 3 MTB entry-level che abbiamo selezionato e messo a confrontato nella nostra classifica. Questi modelli sono consigliati per chi è alle prime armi ed è in cerca di una discreta MTB economica.

1. Prima Classificata

2. Seconda Classificata

3. Terza Classificata

Migliori Mountain Bike da Enduro

Queste sono le migliori 3 MTB da enduro che abbiamo messo a confronto e classificato per fascia di prezzo, dalla migliore economica alla migliore di fascia alta.

1. Migliore di Fascia Alta

2. Migliore Qualità Prezzo

3. Migliore Economica

Migliori Mountain Bike XC con Sospensioni Full

Queste sono le migliori 3 MTB cross country full suspended che abbiamo messo a confronto e classificato per fascia di prezzo, dalla migliore economica alla migliore di fascia alta.

1. Migliore di Fascia Alta

2. Migliore Qualità Prezzo

3. Migliore Economica

Migliori Mountain Bike All Mountain

Queste sono le migliori 3 MTB all mountain che abbiamo messo a confronto e classificato per fascia di prezzo, dalla migliore economica alla migliore di fascia alta.

1. Migliore di Fascia Alta

2. Migliore Qualità Prezzo

3. Migliore Economica

Le Migliori 3 Offerte di OGGI su Amazon

Questi sono i 3 modelli di Mountain Bike con il Migliore Sconto di OGGI su Amazon. Le Offerte possono variare ogni giorno, quindi approfittane prima che scadano.

Informativa AffiliazioneI pulsanti "Vedi Offerta" e le immagini dei prodotti, contengono un link di affiliazione ad "Amazon". In qualità di Affiliato Amazon dunque, Sceltaideale.it potrebbe ricevere una piccola commissione dagli acquisti considerati idonei.

Mountain Bike | Guida all'Acquisto

Come scegliere il giusto modello di Mountain Bike? In questa guida all'acquisto, vi aiuteremo a capire quali caratteristiche deve avere un buon modello di Mountain Bike e le principali differenze tra le varie tipologie.

1. Quando Acquistare una Mountain Bike?


La bicicletta non è solo un mezzo di trasporto ecologico, ma anche un ottimo modo per mantenersi in salute divertendosi. Il ciclismo si può praticare su strada ma anche in campagna o in montagna per avere un maggior contatto con la natura.

Chi sceglie terreni sterrati o impegnativi percorsi su pendii ripidi, deve comprare necessariamente una mountain bike o MTB. Stiamo parlando di un settore dove il progresso tecnologico porta a continue innovazioni e per un neofita, dover decidere quale mountain bike scegliere, non è certo impresa facile.

Lo scopo di questa guida è proprio quello di aiutarvi a scegliere la miglior mountain bike per le vostre esigenze, scoprendo cosa offre il mercato ed analizzando tutti gli aspetti di maggior importanza per effettuare il giusto acquisto.

2. Tipologie di Mountain Bike


L’universo delle due ruote tassellate a pedale è decisamente ampio e propone un’infinità di modelli proprio per venire in contro a tutte le esigenze. È quindi opportuno sapere le differenze tra le varie tipologie di MTB, a volte minime, che intercorrono tra una categoria e l’altra, in modo da orientare la scelta in base alle personali esigenze. Seguendo questa nostra guida all’acquisto, riuscirete a scegliere il giusto tipo di mountain bike per le vostre necessità.

A. Mountain Bike per Cross Country (XC)

C’è una bella differenza tra acquistare una mtb destinata ad uso agonistico (anche amatoriale) e una bicicletta da impiegare per escursioni brevi e meno impegnative. Nella categoria delle MTB che possiamo definire da gare, rientrano le tipologie XC e Marathon (che vedremo nel paragrafo successivo).

Cross Country è una disciplina praticata su percorsi ad anello con molti saliscendi e terreni più o meno accidentati. È necessario utilizzare particolari MTB che per alcuni aspetti ricordano le bici da strada.

Il telaio è rigorosamente in carbonio per assicurare una adeguata leggerezza e sono quasi sempre mezzi “front suspended“, ossia con il solo ammortizzatore anteriore dotato di escursione limitata a circa 100 mm.

Anche gli altri componenti come sella, reggisella, manubrio e ruote sono realizzati in fibra di carbonio: il tutto per raggiungere pesi anche inferiori agli 8 kg.

Le mountain bike cross country top di gamma, sono estremamente costose e destinate principalmente alle competizioni. Molti atleti usano queste biciclette per gli allenamenti nei periodi invernali, riuscendo ad affrontare percorsi impegnativi fuori strada pur mantenendo ritmi estremamente elevati.

B. Marathon

Già il termine fa intuire come questo tipo di mountain bike sia destinato agli amanti delle lunghe percorrenze. Si tratta di MTB realizzate con il meglio offerto dal mercato in modo da garantire leggerezza e resistenza.

Il telaio assomiglia molto ad un modello XC ma in questo caso è frequente l’impiego di doppio ammortizzatore anteriore e posteriore. Il carbonio inoltre, la fa da assoluto padrone per la maggior parte dei componenti ruote comprese.

Le mountain bike marathon sono biciclette leggermente più pesanti che permettono di affrontare percorsi impegnativi e notevoli chilometraggi ma senza i ritmi frenetici delle gare di cross country.

La posizione di guida è più confortevole essendo biciclette destinate a competizioni che prevedono di rimanere in sella per diverse ore. Oltre che per discipline agonistiche, sono una valida soluzione per gli amanti delle lunghe escursioni fuori strada e su qualsiasi terreno.

C. All Mountain: solo per chi ama la vera montagna

Le mountain bike all mountain sono bici adatte per chi prevede un utilizzo esclusivamente su sentieri e piste di montagna: non è un mezzo per pedalare in pianura, nemmeno sullo sterrato (se non per brevi trasferimenti).

Il telaio è solitamente realizzato in allumino con i modelli top di gamma che utilizzano il carbonio. Queste MTB sono allestite con doppio ammortizzatore, offrono un’escursione attorno ai 150 mm, montano ruote da 27,5 pollici senza camera d’ariae con ottima tassellatura per assicurare il massimo grip.

I rapporti del cambio invece, sono particolarmente corti per poter affrontare le salite più ripide. Le all mountain sono MTB adatte per affrontare impegnativi percorsi di montagna godendo di una buona guidabilità anche in discesa.

Accanto alle all mountain, troviamo anche le MTB da enduro: molti simili ma con delle differenze. La forcella è dotata di maggior escursione (fino a 170 mm), le ruote sono più piccole da 26 pollici e la trasmissione è sia con monocorona che con la classica doppia moltiplica anteriore.

Le mountain bike da enduro sono destinate alle gare su percorsi misti e anche a prove di sola discesa: offrono maneggevolezza, agilità e un’ottima versatilità potendo pedalare in salita e affrontare discese ad alta velocità.

D. Mountain Bike per discese (Freeride e Downhill)

C’è chi ama le lunghe salite per godersi la natura e poi ci sono riders che si divertono solamente affrontando percorsi estremi e spericolate discese a folle velocità. Sia che si tratti di competizioni o di solo svago, è necessario acquistare una bicicletta appartenente alla categoria freeride o downhill.

In questi casi ciò che conta veramente è la resistenza alle violente sollecitazioni, mentre il peso passa assolutamente in secondo piano. I telai sono realizzati quasi sempre in alluminio così come i componenti che devono essere estremamente robusti: a partire dalle ruote da 26 pollici in grado di assicurare grande presa sul terreno e assorbire buche, avvallamenti, sassi e radici senza grossi problemi.

La trasmissione è generalmente a monocorona vista l’impossibilità di pedalare in salita. Particolari prestazioni sono richieste agli ammortizzatori e soprattutto alla forcella anteriore che deve garantire un’escursione fino a 200 mm ed è dotata di steli sovradimensionati con diametro di 40 mm.

Come abbiamo già detto, queste categorie di mountain bike non sono adatte per pedalare né in pianura, né tanto meno in salita. Per il loro trasporto in cima alla montagna, solitamente vengono caricate direttamente in macchina, oppure si utilizza un’eventuale funivia, altrimenti non rimane che andare a piedi.

3. Telaio Front o Full Suspended?


Il telaio è la struttura portante della bicicletta ed è il punto da cui partire per scegliere una MTB affidabile e maneggevole. Rappresenta anche il componente più costoso che incide maggiormente sul prezzo finale. La geometria dei tubi varia a seconda se il modello è dotato di singolo o doppio ammortizzatore.

Fino a qualche anno fa la soluzione preferita era ancora la sola forcella anteriore ma oggi il mercato è sempre più orientato sui sistemi full suspended. Diciamo che per un utilizzo molto tranquillo si può acquistare un mezzo con ammortizzazione solo sulla ruota anteriore.

4. Materiale del Telaio


I due materiali che si contendono la scena sono alluminio e fibra di carbonio. Il primo offre notevole resistenza a vibrazioni e soprattutto agli urti, mentre il secondo è senza dubbio più leggero, rigido ma estremamente delicato.

Abbiamo visto come per attività estreme sia consigliabile un telaio in alluminio che in caso di caduta può ammaccarsi ma, il più delle volte, rimane ancora utilizzabile.

Il carbonio è sicuramente la scelta ideale per le discipline che prevedono lunghe pedalate su percorsi misti dove la leggerezza fa una notevole differenza. In caso di scivolata, un telaio in carbonio danneggiato è difficilmente riparabile.

5. Taglia del Telaio


Altro aspetto di primaria importanza quando si sceglie una mtb è la taglia del telaio. In base all’altezza, peso e altre misure del ciclista si deve scegliere un telaio di taglia corretta.

In questi casi, per decidere autonomamente è necessario avere delle buone conoscenze, altrimenti è consigliabile rivolgersi a negozi specializzati.

6. Cerchi


Nel scegliere i cerchi è fondamentale valutare il materiale. La ruota è un componente che incide sulla tenuta, assorbimento delle asperità e resistenza alle sollecitazioni. Spesso si pensa che un cerchio in carbonio sia molto più leggero di uno in alluminio: non è affatto vero. A volte succede addirittura il contrario. Questo perché, per ottenere la stessa resistenza, è necessario utilizzare più carbonio con conseguente aumento del peso. Per molti aspetti, i due materiali si equivalgono e la scelta dipende dall’utilizzo.

In linea di massima, un cerchio in carbonio offre una miglior reattività e una notevole sensazione di galleggiamento sopra le asperità. Acquistando prodotti di fascia alta di entrambi i materiali, abbiamo la garanzia di notevole resistenza e buona affidabilità.

Altri aspetti importanti sono le dimensioni e il tipo di copertura che si intende montare: fondamentale verificare la compatibilità con il cerchio scelto. Anche il mozzo è un componente da non sottovalutare la cui qualità incide sulla scorrevolezza.

Inoltre, è bene ricordare che cerchi e mozzi (anteriori e posteriori) devono essere uguali per assicurare il giusto bilanciamento della bicicletta.

7. Trasmissione


La trasmissione è la parte meccanica che permette il trasferimento dell’energia impressa sui pedali alle ruote. Normalmente quando si acquista una mountain bike si può decidere tra una soluzione con tutta la componentistica allestita oppure scegliere il cambio che si desidera montare. Le aziende leader sono Shimano e Sram che propongono prodotti divisi per fasce di prezzo.

La scelta principale riguarda la corona anteriore che può essere doppia oppure singola. Anche in questo caso dipende dall’utilizzo previsto, dalla durezza dei percorsi e dal tipo di pedalata.

Allo stesso modo è necessario decidere la lunghezza delle pedivelle e il numero di rapporti del pacco pignone posteriore (solitamente 10 o 11 velocità). A completare la guarnitura ci sono i comandi per azionare il cambio, i due deragliatori e i fili con le relative guaine.

8. Forcella


La forcella è un componente essenziale di una mountain bike e permette di assorbire le vibrazioni del terreno; è costituita da un canotto (tubo sterzo) e una coppia di steli che scorrono comprimendosi all’interno di due foderi collegati al mozzo della ruota. I modelli entry level hanno un funzionamento con una semplice molla.

Per migliorare le performance è necessario scegliere una forcella con sistemi di compressione ad aria o ad olio. Il modelli top di gamma offrono molti tipi di regolazione in modo da poter adeguare le prestazioni in base all’attività svolta, difficoltà del percorso e condizioni del terreno.

Gli steli vengono realizzati in acciaio mentre per i foderi è possibile trovare diverse soluzioni: la più economica è l’alluminio con i prezzi che salgono scegliendo fibra di carbonio o magnesio. Tra i dati tecnici da tenere in considerazione troviamo il diametro dello stello (tanto maggiore quanto più dure sono le sollecitazioni), dimensioni del canotto sulla cui estremità verrà fissato il manubrio e massima escursione.

Quest’ultimo fattore va scelto con attenzione in base all’impiego previsto:

  • 100 – 120 mm: per mountain bike per uso su percorsi misti;
  • 150 – 170 mm: per mezzi all mountain;
  • 170 – 200 mm: per chi pratica downhill.

9. Ammortizzatore Posteriore


Viene utilizzato per assorbire gli impatti della ruota posteriore e collega tra loro il tubo piantone, quello orizzontale e i foderi. Il sistema funziona grazie a cinematismi più o meno complessi che sfruttano l’azione combinata di aria e olio all’interno di un unico circuito.

La presenza di un ammortizzatore posteriore rende il mezzo molto più confortevole con un maggior galleggiamento sugli ostacoli presenti sul terreno: rispetto ad un modello front suspended, la guidabilità è nettamente migliore. Sono tutti motivi che stanno spingendo i costruttori a proporre MTB nella versione con doppio ammortizzatore.

10. Freni


Quasi tutte le mountain bike montano freni a disco sia sulla ruota anteriore che posteriore. Sono la soluzione che da moltissimi anni è presa come riferimento per questa categoria di biciclette; rappresenta il sistema che assicura la migliore efficienza in frenata anche nelle situazioni più estreme.

Tuttavia, è possibile trovare modelli molto economici destinati ad utilizzi su percorsi poco impegnativi che adottano la vecchia soluzione dei freni V-Brake: i classici pattini in gomma che agiscono sulla pista frenante del cerchio.

11. Sella e Reggisella


La sella è l’unico componente che non presenta differenze tra una mountain bike e una bici da strada. In commercio c’è solo l’imbarazzo delle scelta con i modelli più economici che hanno il telaio e la scocca in acciaio e quelli più costosi che sono full carbon.

Per effettuare un buon acquisto, sarebbe fondamentale avere la possibilità di provare il modello che interessa. Purtroppo solo alcuni negozi specializzati offrono tale opportunità, con sellini che vengono lasciati per qualche uscita in modo da testarne soprattutto la comodità.

Un parametro importante per scegliere una sella confortevole è la larghezza del bacino: più ampie sono le ossa ischiatiche e maggiore dovrà essere la superficie d’appoggio posteriore. Attenzione anche all’imbottitura: una sella troppo morbida non è affatto detto che sia più comoda.

Nelle mountain bike inoltre, il reggisella non è mai integrato nel telaio ma è un componente a parte dotato di tubo telescopico da inserire in quello verticale della bicicletta, in modo da modificare comodamente l’altezza del sellino. Ciò assicura la massima personalizzazione e una grande facilità di regolazione semplicemente agendo su una vite di blocco.

Anche per questo componente, c’è la possibilità di scegliere tra carbonio e alluminioa seconda delle necessità.

12. Manubrio


Il manubrio di una MTB è completamente differente da quello di una bici da stradaper via della diversa posizione in sella. In questo caso non ci sono le classiche curve ma la struttura è quasi perfettamente dritta con solamente una leggera inclinazione(il cosiddetto angolo di upsweep solitamente di 5°). In realtà c’è anche l’angolo di arretramento (backsweep) che riguarda le estremità del manubrio e con un range che varia tra 0 e 9° (7° sono il valore standard). Entrambe le angolazioni vengono utilizzate per cercare di migliorare la posizione del polso e rendere la presa più comoda e sicura.

La larghezza del manubrio poi, dipende dal tipo di mezzo e dalla struttura fisica del ciclista, mentre la sezione circolare ha un diametro standard di 31,8 mm, con la comparsa sul mercato di modelli da 35 mm.

Altri Modelli di Mountain Bike

Qui sotto trovi gli altri modelli di Mountain Bike che abbiamo confrontato e che potrebbero interessarti. Se desideri vederli tutti, clicca sul seguente link: → Mountain Bike | Modelli

No posts found

Domande e Risposte | Sceltaideale.it

Ti Serve Aiuto?

Non sai ancora Quale Mountain Bike scegliere? Se hai bisogno di aiuto, puoi registrarti al nostro servizio di Domande e Risposte, lo staff di ✓sceltaideale.it ti aiuterà a scegliere il modello più adatto per le tue esigenze.

↑ Torna Su

al Menù Iniziale

↑ Torna Su

alle Offerte di Oggi

Già visto i 3 modelli OGGI in Offerta?
x
Le Offerte del Giorno
Search
Generic filters
Exact matches only
Search
Generic filters
Exact matches only