Seleziona una pagina
Miglior Stampante Inkjet 2019

Miglior Stampante Inkjet 2019

I Migliori Modelli → Guida all'Acquisto → Confronto Prezzi

Quale Stampante Inkjet Comprare? Ecco la Classifica di Ottobre 2019.

Guida all'acquisto - Stampante Inkjet

Guida all'Acquisto

Quale tipologia scegliere di
Stampante Inkjet?

Offerte del Giorno su alcuni modelli di Stampante Inkjet

Oggi in Offerta

Offerte del Giorno su 3 modelli di
Stampante Inkjet

Migliori 3 Stampanti Inkjet Multifunzione A4

Queste sono le migliori 3 stampanti multifunzione a getto d’inchiostro che abbiamo selezionato e messo a confronto per voi. Queste tre multifunzione sono quelle che offrono le migliori prestazioni di stampa per il formato A4.

1. Migliore di Fascia Alta

85%

punteggio

Epson XP-830


Epson XP-830 - Recensione
I Migliori Prezzi Online
Risoluzione stampa (dpi)5760 x 1440
Velocità stampa (b/n)14 ppm
Velocità stampa (colori)11 ppm
Fronte/Retro (auto)si
Wi-Fisi

2. Migliore Qualità Prezzo

79%

punteggio

HP OfficeJet 6950


HP OfficeJet 6950 - Recensione
I Migliori Prezzi Online
Risoluzione stampa (dpi)4800 x 1200
Velocità stampa (b/n)16 ppm
Velocità stampa (colori)9 ppm
Fronte/Retro (auto)si
Wi-Fisi

3. Migliore Economica

73%

punteggio

HP OfficeJet 3833


HP OfficeJet 3833 - Recensione
I Migliori Prezzi Online
Risoluzione stampa (dpi)4800 x 1200
Velocità stampa (b/n)8,5 ppm
Velocità stampa (colori)6 ppm
Fronte/Retro (auto)no
Wi-Fisi

Migliori 3 Stampanti Inkjet Multifunzione A3

Questi sono i tre modelli che abbiamo selezionato e deciso di classificare come le migliori stampanti multifunzione inkjet A3. Le consigliamo per stampe più professionali e per i semiprofessionisti.

1. Prima Classificata

89%

punteggio

Brother MFCJ6945DW


Brother MFCJ6945DW - Recensione
I Migliori Prezzi Online
Risoluzione stampa (dpi)4800 x 1200
Velocità stampa (b/n)22 ipm
Velocità stampa (colori)20 ipm
Fronte/Retro (auto)si
Wi-Fisi

2. Seconda Classificata

85%

punteggio

HP OfficeJet Pro 7740


HP OfficeJet Pro 7740 - Recensione
I Migliori Prezzi Online
Risoluzione stampa (dpi)4800 x 1200
Velocità stampa (b/n)22 ppm
Velocità stampa (colori)18 ppm
Fronte/Retro (auto)si
Wi-Fisi

3. Terza Classificata

83%

punteggio

Brother MFC-J6530DW


Brother MFC-J6530DW - Recensione
I Migliori Prezzi Online
Risoluzione stampa (dpi)4800 x 1200
Velocità stampa (b/n)35 ppm
Velocità stampa (colori)27 ppm
Fronte/Retro (auto)si
Wi-Fisi

Migliori 3 Stampanti Fotografiche A4

Di seguito trovate la nostra selezione delle migliori 3 stampanti fotografiche a getto d’inchiostro fino al formato A4. Queste tre stampanti fotografiche offrono la migliore qualità di stampa nella loro fascia di prezzo.

1. Migliore di Fascia Alta

88%

punteggio

Canon PIXMA TS9150


Canon PIXMA TS9150 - Recensione
I Migliori Prezzi Online
Risoluzione stampa (dpi)4800 x 1200
Velocità stampa (b/n)15 ipm
Velocità stampa (colori)10 ipm
Fronte/Retro (auto)si
Wi-Fisi

2. Migliore Qualità Prezzo

85%

punteggio

Canon PIXMA TS8251


Canon PIXMA TS8251 - Recensione
I Migliori Prezzi Online
Risoluzione stampa (dpi)4800 x 1200
Velocità stampa (b/n)15 ipm
Velocità stampa (colori)10 ipm
Fronte/Retro (auto)si
Wi-Fisi

3. Migliore Economica

78%

punteggio

Canon PIXMA MG3650S


Canon PIXMA MG3650S - Recensione
I Migliori Prezzi Online
Risoluzione stampa (dpi)4800 x 1200
Velocità stampa (b/n)9,9 ipm
Velocità stampa (colori)5,7 ipm
Fronte/Retro (auto)si
Wi-Fisi

Migliori 3 Stampanti Fotografiche A3

Se cercate una stampante fotografica per grandi formati, queste tre sono le migliori stampanti fotografiche a getto di inchiostro per formati A3 che abbiamo messo a confronto e classificato per fascia di prezzo.

1. Migliore di Fascia Alta

94%

punteggio

Canon PIXMA PRO-100S


Canon PIXMA PRO-100S - Recensione
I Migliori Prezzi Online
Risoluzione stampa (dpi)4800 x 2400
Velocità stampa (b/n)9,7 ppm
Velocità stampa (colori)9,7 ppm
Stampa foto (10×15 cm)in 34 sec.
Wi-Fisi

2. Migliore Qualità Prezzo

91%

punteggio

Epson XP-15000


Epson XP-15000 - Recensione
I Migliori Prezzi Online
Risoluzione stampa (dpi)5760 x 1440
Velocità stampa (b/n)9,2 ppm
Velocità stampa (colori)9 ppm
Stampa foto (10×15 cm)in 27 sec.
Wi-Fisi

3. Migliore Economica

87%

punteggio

Epson XP-900


Epson XP-900 - Recensione
I Migliori Prezzi Online
Risoluzione stampa (dpi)5760 x 1440
Velocità stampa (b/n)14 ppm
Velocità stampa (colori)11 ppm
Stampa foto (10×15 cm)in 12,5 sec.
Wi-Fisi

Le Migliori 3 Offerte di OGGI su Amazon

Questi sono i 3 modelli di Stampante Inkjet con il Migliore Sconto di OGGI su Amazon. Le Offerte possono variare ogni giorno, quindi approfittane prima che scadano.

Stampante Inkjet | Guida all'Acquisto

Come scegliere il giusto modello di Stampante Inkjet? In questa guida all'acquisto, vi aiuteremo a capire quali caratteristiche deve avere un buon modello di Stampante Inkjet e le principali differenze tra le varie tipologie.

1. Quando scegliere una Stampante Inkjet?


Se avete la necessità di effettuare stampe a colori o fotografie, senza dare troppa importanza alla velocità di stampa, allora una buona stampante inkjet (o a getto di inchiostro) è la scelta ideale.

Altrimenti, se avete un ufficio e stampate per la maggior parte del tempo, documenti scritti in bianco e nero, vi conviene optare per una stampante laser.

In questa guida, vi spiegheremo passo passo come scegliere la migliore stampante inkjet per le vostre specifiche esigenze e soprattutto quali caratteristiche deve avere una stampante a getto di inchiostro di qualità.

2. Stampante Inkjet o Laser? Ecco le differenze


Prima di iniziare la nostra guida su come scegliere una stampante inkjet, è bene spiegare prima le principali differenze tra una stampante inkjet e una stampante a laser, ovvero le due principali categorie di stampanti oggi in commercio.

A. Stampante a Laser

In linea di massima, una stampante laser è più veloce, offre un minor consumo di toner, non ha problemi se resta inutilizzata per molto tempo e garantisce maggior risparmio. È senza dubbio la soluzione preferibile per gli uffici che hanno la necessità di stampare molti documenti in bianco e nero.

Esistono anche stampanti laser a colori ma non sono particolarmente indicate se cercate una certa qualità di stampa.

B. Stampante Inkjet o a getto d’inchiostro

Dall’altra parte una stampante inkjet è più lenta, anche se negli ultimi anni hanno quasi raggiunto la stessa velocità di una stampante laser. I consumabili durano meno poi e gli ugelli possono ostruirsi (per via dell’inchiostro secco) se poco utilizzati, tuttavia una stampante a getto di inchiostro garantisce una migliore qualità di stampa, soprattutto per immagini e fotografie.

Al momento, una stampante inkjet rimane la soluzione più performante per quanto riguarda le stampe fotografiche o eventualmente, in ambito domestico, per il rapporto tra qualità di stampa e costo del prodotto.

3. Perché scegliere una Stampante Multifunzione?


La strada intrapresa dal mercato nel campo delle stampanti, sia laser che a getto di inchiostro, spinge verso una precisa direzione, ovvero le stampanti multifunzione. Oggi trovare una stampante che svolge solo l’operazione di stampa è sempre più difficile per non dire impossibile.

La parola d’ordine è versatilità e in quest’ottica anche i modelli con costi compresi tra 50 e 100 euro circa, sono spesso già in grado di offrire la funzione di scanner e la fotocopiatrice.

Poter disporre di una stampante multifunzione non implica quindi un eccessivo aumento di ingombri, consumi, manutenzione e costi dei consumabili. Oltretutto avere la possibilità di scannerizzare un documento o fare una fotocopia, può risultare decisamente comodo.

4. Stampante Fotografica: quali caratteristiche deve avere?


Chi ha la necessità di dover stampare unicamente fotografie e vuole avere la garanzia di risultati soddisfacenti, deve sicuramente optare per una buona stampante a getto di inchiostro.

Grazie all’utilizzo di tecnologie di stampa di ultima generazione e soprattutto al miglioramento dei pigmenti colorati, si possono ottenere fotografie di livello professionale anche con stampanti fotografiche di fascia media. I modelli più prestazionali arrivano ad offrire anche sistemi di stampa con numerosi inchiostri, per garantire un’eccezionale gamma cromatica.

Il vantaggio dato da questi tipi di stampanti, è una naturale corrispondenza tra l’immagine visualizzata sullo schermo e quella stampata su carta. Sono dispositivi in grado di poter stampare su molti formati, partendo da dimensioni tascabili per arrivare anche ai più grandi fogli A3.

Se il vostro intento è dunque quello di acquistare una stampante fotografica, cercate di orientarvi sui modelli inkjet dotati di un’alta risoluzione ma soprattutto su marchi specializzati come Canon ed Epson ed eventualmente HP, le migliori in ambito fotografico.

Esistono anche stampanti portatili progettate solo ed esclusivamente per stampare fotografie nei formati standard più piccoli, direttamente dal proprio smartphone. Quindi, se eventualmente non avete la necessità di stampare fotografie in formato A4 o addirittura A3, potete orientarvi anche su una stampante fotografica portatile.

5. Testina di stampa: termica o piezoelettrica?


Le stampanti a getto di inchiostro possono essere classificate in base a diversi criteri, uno di questi riguarda la tecnologia utilizzata dalla testina di stampa. In commercio si possono trovare due categorie: termica e piezoelettrica.

  • Testina Termica: sfrutta il calore generato da microscopiche resistenze inserite negli ugelli che, scaldando l’inchiostro, generano una bolla d’aria in grado di proiettare le gocce sulla carta.
  • Testina piezoelettrica: in questo caso si sfrutta il cambiamento di forma subito da piccoli cristalli, quando vengono sottoposti ad una stimolazione elettrica. Il cristallo svolge la funzione di una micro-pompa aspirando l’inchiostro per poi espellerlo sul foglio di carta.

Alcuni produttori come Epson e Brother, utilizzano la tecnologia piezoelettrica, mentre altri come Canon e HP prediligono le testine termiche.

Alla fine la scelta tra l’una o l’altra soluzione non comporta differenze significative: la qualità di stampa si equivale, entrambe le tipologie presentano all’incirca il medesimo consumo, dopo un certo numero di utilizzi le testine devono essere sostituite e al contrario, se utilizzate poco, si possono formare tappi di inchiostro causati dai pigmenti seccati. In questi casi, si rende indispensabile la pulizia degli ugelli di stampa che nelle moderne stampanti, avviene in modo automatico.

6. Tipi di Cartucce: con testina integrata o senza?


Prima di acquistare una stampante, bisogna sapere che in commercio troviamo stampanti inkjet che utilizzano cartucce le quali integrano la testina di stampa(come alcuni modelli della HP) e stampanti che utilizzano invece cartucce senza testina di stampa, dove le testine sono inserite direttamente all’interno della stampante stessa. Vediamo dunque di capire quali sono le principali differenze tra una cartuccia con testina integrata e una cartuccia senza testina.

A. Cartucce con Testina Integrata

Si tratta di una tecnologia adottata inizialmente da HP e che poi è stata adottata anche da altre marche, specialmente diversi anni fa. Oggi invece, questa tecnologia è sempre meno diffusa e viene spesso adottata nelle stampanti a getto d’inchiostro più economiche.

1. Quali sono i Vantaggi?

Come ben sappiamo, se non si utilizza per parecchio tempo una stampante inkjet, c’è il rischio che l’inchiostro residuo nelle testine di stampa si secchi, creando in alcuni casi dei danni permanenti alle testine. Il vantaggio più importante offerto dalle stampanti che utilizzano le cartucce a testina integrata quindi, riguarda proprio questo aspetto, ovvero se si utilizza una stampante con cartuccia a testina integrata, sarà sufficiente rimuovere la cartuccia e sostituirla per avere una nuova testina di stampa. In questo caso, la stampante riprenderà a funzionare tranquillamente.

2. Quali sono gli Svantaggi?

Purtroppo, le cartucce con testina integrata comportano un costo nettamente superiore rispetto ad una cartuccia senza testina. Inoltre, essendo una cartuccia unica che contiene i tre i colori principali, ovvero la tricromia ciano, magenta e giallo, non è possibile sostituire il singolo colore esaurito. Questo significa che se finisce anche un solo colore prima degli altri, saremo costretti a sostituire l’intera cartuccia, con un conseguente spreco di inchiostro e di soldi.

B. Cartucce senza Testina Integrata

La maggior parte delle stampanti a getto di inchiostro in commercio, adottano ormai cartucce senza testina integrata, in cui la cartuccia svolge solamente la funzione di serbatoio del colore. Nelle stampanti più economiche o di fascia media, troviamo i tre colori (ciano, magenta e giallo) in cartucce separate, ciascuna delle quali con un chip che viene poi elaborato dalla stampante per identificare principalmente il livello di inchiostro nella cartuccia e la compatibilità con la stampante stessa.

Nelle stampanti di fascia più alta, specialmente quelle fotografiche che puntano dunque sulla qualità di stampa, possono arrivare ad avere anche 8 cartucce separate per la gestione dei colori, che possono variare in base alla tecnologia utilizzata dalla casa produttrice.

1. Quali sono i Vantaggi?

Il vantaggio principale è senza dubbio il poter sostituire solo la cartuccia del colore esaurito. Se ad esempio vengono stampate delle fotografie sempre della stessa tipologia (ad esempio dei tramonti) verranno sfruttati e consumati solo determinati colori, come il magenta in questo specifico caso: potendoli sostituire singolarmente si ottiene un netto risparmio economico.

Le singole cartucce poi hanno di per se dei costi inferiori alle cartucce con testina integrata, in quanto si limitano ad essere dei semplici serbatoi di inchiostro. Raramente presentano dei malfunzionamenti vista l’estrema semplicità costruttiva e la mancanza di parti meccaniche.

In commercio si possono trovare anche kit di ricarica per riempire i serbatoi vuoti ottenendo un risparmio economico ancora più elevato. Bisogna comunque ammettere che spesso con questi kit o con l’utilizzo di cartucce compatibili, la qualità di stampa peggiora perché nella maggior parte dei casi, gli inchiostri utilizzati non hanno la stessa qualità di quelli impiegati nella cartucce originali.

2. Quali sono gli Svantaggi?

Lo svantaggio più importante di una stampante a getto di inchiostro che utilizza cartucce senza testina integrata, sta nel fatto di non poter sostituire le testine di stampa con facilità, qualora dovessero rovinarsi o l’inchiostro dovesse seccarsi, cosa che capita quando non si utilizza la stampante per parecchio tempo. Può accadere anche se non si utilizza la stampante per un mese.

A tal proposito, le stampanti che utilizzano questo tipo di tecnologia, utilizzano delle funzioni specifiche per pulire le testine / ugelli di stampa, consumando però parecchio inchiostro dalla cartuccia e spesso risolvendo solo parzialmente il problema.

7. Velocità di stampa, scansione e copia (PPM, IPM e CPM)


Uno dei primi aspetti da tenere in considerazione quando si sceglie di acquistare una stampante, è la velocità di stampa. Rappresenta il dato che quasi sempre genere più confusione nell’acquirente. In parole molto semplici è il numero di fogli che possono essere stampati in un minuto.

A. PPM (Pagine Per Minuto)

Tra le mille sigle (il più delle volte incomprensibili ed inutili) presenti sulla confezione o la scheda tecnica di una stampante, c’è un acronimo molto importante: PPM. Il suo significato è pagine per minuto: più alto è tale valore e maggiore dovrebbe essere la velocità della stampante.

Per una stampante inkjet sono forniti due dati per diversificare la velocità tra stampe in bianco e nero e stampe a colori. Normalmente una buona stampante può arrivare a produrre in bianco e nero anche 25/30 fogli al minuto, valore che scende per la stampa a colori.

B. IPM (Immagini Per Minuto)

Negli ultimi anni i produttori hanno introdotto un’altra sigla che spesso sostituisce il PPM e più precisamente è la sigla IPM. Rappresenta il numero di immagini per minuto che la stampante è in grado di processare. Questo valore è nato perché le esigenze del mercato hanno portato alla nascita di apparecchi multifunzionali, in grado anche di essere utilizzati come scanner e fotocopiatrici.

L’IPM sta proprio ad indicare la velocità con cui vengono gestite le immagini durante tutte le funzioni. In generale è un valore inferiore rispetto al PPM e anche in questo caso viene fornito separato con un dato per la stampa a colori e uno per quella in bianco e nero.

C. CPM (Copie Per Minuto)

Altro dato da considerare quando si sceglie una stampante, in particolare una stampante multifunzione, è la sigla CPM che sta ad indicare il numero di copie per minuto. Chiaramente è una caratteristica tecnica che troverete solo nelle stampanti multifunzione, dotate quindi di uno scanner per poter effettuare fotocopie.

Dunque, se avete la necessità di acquistare una stampante multifunzione da utilizzare principalmente come fotocopiatrice, tenete in considerazione il valore CPM.

Anche in questo caso, la velocità di copia può variare in base al colore dell’immagine scansionata, dalla risoluzione e dalle dimensioni del foglio. Quindi nelle specifiche tecniche di una stampante multifunzione, potrete trovare valori di CPM diversi in base alla specifica condizione di scansione.

8. Risoluzione di Stampa (DPI): qual è una buona risoluzione?


Uno dei fattori più importanti da valutare attentamente prima di acquistare una stampare, è la risoluzione che determina proprio la qualità di stampa di una stampante. Il dato tecnico di riferimento sono i DPI: acronimo che sta ad indicare i Dot Per Inch o punti per pollice. È ovvio come più alto sia questo valore, maggiore sarà la risoluzione e come diretta conseguenza la qualità delle immagini.

Quando sulla scheda tecnica si trova indicato 600 dpi, sta a significare che la stampante sarà in grado si produrre un quadrato composto da 3600 punti, unendo i 600 verticali con i 600 orizzontali.

Anche per la risoluzione vale lo stesso criterio di scelta, in base alla tipologia di documenti da stampare. Per del semplice testo corredato saltuariamente da qualche immagine, una risoluzione di 600 dpi è più che sufficiente.

Nel caso invece l’utilizzo previsto implica la stampa di immagini a livello fotografico, è necessario scegliere una stampante con almeno 1200 dpi a salire.

Spesso può capitare di trovare diversi valori per differenziare la risoluzione orizzontale da quella verticale. Stampanti molto performanti possono, per esempio, offrire risoluzioni fino a 9600 × 2400 dpi per ottenere stampe fotografiche di livello professionale.

I prezzi delle stampanti a getto di inchiostro sono scesi molto negli ultimi anni e un modello che si può considerare entry level, è già in grado di offrire risoluzioni di 4800 × 2400 dpi.

9. Connettività Varie e Connessioni di Rete


Un tempo la stampante era connessa direttamente al pc con una porta dedicata. Sono anni ormai lontani visto che oggi tutti i modelli sono dotati di porta USB per il collegamento diretto e di connettore RJ-45 per la connessione alla LAN (per condividere la stampante in una rete locale con altri computer).

Le ultime generazioni di stampanti a getto di inchiostro sono equipaggiate con moduli wi-fi (ormai praticamente di serie) che offrono la comodità di collegamento alla rete domestica senza l’ausilio di cavi.

Altre tipologie di connettività sono il Bluetooth e l’NFC: permettono un rapido accesso alla stampante tramite dispositivi mobile per stampare direttamente documenti e fotografie.

10. L’importanza di un Display in una stampante


La presenza di un ampio display retroilluminato permette di avere sempre sotto controllo lo stato di funzionamento della stampante e di accorgersi di eventuali problemi. La maggior parte dei modelli puntano su display con funzione touch, abolendo completamente l’utilizzo dei classici tasti fisici.

Un display LCD favorisce quindi la comodità nella gestione delle varie funzioni e soprattutto la consultazione dei menu per le varie impostazioni, tra cui quelli relativi alla pulizia degli ugelli o all’allineamento delle testine.

11. Interfaccia utente e Compatibilità con i Sistemi Operativi


Una stampante inkjet non è certo un dispositivo complicato da utilizzare ma poter disporre di un’interfaccia utente semplice ed immediata, è sicuramente un aspetto importante.

Il software deve poi garantire sempre la massima compatibilità con i principali sistemi operativi quali: Windows, iOS e Linux.

Deve inoltre assicurare un facile accesso alla impostazioni, consentire le operazioni di avvio e connessioni alla rete senza particolari problemi o rallentamenti. Verificate anche la presenza della lingua italiana per evitare spiacevoli sorprese nel momento dell’installazione.

12. Funzione Fronte / Retro e Modulo ADF: cosa sono?


Altre due caratteristiche che una buona stampante multifunzione dovrebbe avere sono la funzione stampa fronte/retro e il modulo ADF, ma vediamo nel dettaglio a cosa servono e perché si rivelano due funzionalità particolarmente utili.

A. Funzione Fronte / Retro

Si tratta semplicemente di una funzionalità che permette alla stampante di effettuare stampe, scansionare o inviare fax sia sulla parte frontale, sia sulla parte posteriore del foglio.

Questa funzione si rivela particolarmente utile quando dovete scansionare molti fogli ma soprattutto in tutte quelle occasioni in cui vi trovate a stampare o a fotocopiare una grande quantità di fogli. Vediamo quali sono i vantaggi principali della funzione fronte / retro nella stampa di fogli:

  1. Dimezzerete il consumo di fogli, quindi ridurrete anche l’ingombro generato dai fogli stessi;
  2. Spenderete la metà dei soldi, proprio perché andrete a stampare sul fronte e sul retro dello stesso foglio;
  3. È tutto automatico, quindi non sono richieste particolari abilità da parte dell’utente.

B. Funzione ADF

Altra funzione decisamente utile è l’ADF. Le stampanti multifunzione che sono dotate di questa funzionalità, permettono di scansionare più fogli in modo automatico. Quindi se ad esempio avete la necessità di scansionare o fotocopiare 10 fogli, basterà appoggiare i 10 fogli (per il giusto verso) sull’apposito vassoio della stampante, premere il pulsante di avvio e attendere che l’operazione di copia o scansione venga terminata.

Grazie alla funzione ADF quindi, non sarà più necessario scansionare o fotocopiare un foglio alla volta, ma il vassoio di caricamento farà tutto in automatico. Ovviamente c’è un numero di massimo di fogli che il vassoio di una stampante dotata di ADF supporta, quindi leggete bene le specifiche tecniche della stampante multifunzione che intendete acquistare.

Fate attenzione comunque perché non sempre la funzione ADF è collegata alla funzione fronte / retro di stampa, quindi leggete sempre le specifiche tecniche della stampante per sapere se l’alimentatore automatico ADF supporti anche la funzione fronte / retro in fase di scansione.

13. Consumo di inchiostro: come ridurre le spese?


Il consumo delle cartucce di inchiostro è sempre un cruccio che assilla tutti coloro che posseggono una stampante inkjet o devono acquistarne una nuova. Spesso capita che molte stampanti entry level, dopo la stampa di alcune fotografie, abbiano già esaurito parte dei colori.

Esistono sistemi studiati per cercare di limitare il problema e offrire la possibilità di stampare un elevato numero di pagine con un solo set di consumabili. Queste tecnologie equipaggiano solo modelli di fascia medio/alta normalmente destinati per l’utilizzo in ambito professionale.

Epson, per esempio, da diversi anni ha introdotto il sistema RIPS (Replaceable Ink Pack System) che permette di stampare fino a 84000 pagine senza cambiare le sacche di inchiostro. Ovviamente questi sono numeri che riguardano grandi uffici e non certo l’ambito domestico. Tuttavia, stampanti di ultima generazione e di buon livello, grazie all’utilizzo di inchiostri con pigmenti sempre più performanti, offrono una diminuzione dei consumi a parità di qualità di stampa.

Una ulteriore possibilità di risparmio è utilizzare le cartucce compatibili che, rispetto ai modelli originali, sono decisamente meno costose. Come abbiamo già sottolineato, utilizzando delle stampanti con cartucce individuali è possibile un ulteriore risparmio, acquistando l’inchiostro per riempire i serbatoi vuoti. In quest’ultimo caso è bene fare attenzione perché potrebbero verificarsi problemi di compatibilità con il rischio di rovinare anche la testina di stampa.

Altri Modelli di Stampante Inkjet

Qui sotto trovi gli altri modelli di Stampante Inkjet che abbiamo confrontato e che potrebbero interessarti. Se desideri vederli tutti, clicca sul seguente link: → Stampante Inkjet | Modelli

Domande e Risposte | Sceltaideale.it

Ti Serve Aiuto?

Non sai ancora Quale Stampante Inkjet scegliere? Se hai bisogno di aiuto, puoi registrarti al nostro servizio di Domande e Risposte, lo staff di ✓sceltaideale.it ti aiuterà a scegliere il modello più adatto per le tue esigenze.

↑ Torna Su

al Menù Iniziale

↑ Torna Su

alle Offerte di Oggi

Le Offerte del Giorno
Search
Generic filters
Exact matches only
Search
Generic filters
Exact matches only