Seleziona una pagina
Miglior Stampante Portatile 2019

Miglior Stampante Portatile 2019

I Migliori Modelli → Guida all'Acquisto → Confronto Prezzi

Quale Stampante Portatile Comprare? Ecco la Classifica di Giugno 2019.

Guida all'acquisto - Stampante Portatile

Guida all'Acquisto

Quale tipologia scegliere di
Stampante Portatile?

Offerte del Giorno su alcuni modelli di Stampante Portatile

Oggi in Offerta

Offerte del Giorno su 3 modelli di
Stampante Portatile

Migliori Stampanti Portatili Fotografiche Istantanee

Queste sono le migliori stampanti fotografiche portatili che abbiamo selezionato e confrontato per voi. Questi tre modelli sono tra i più apprezzati dagli utenti per stampe di foto istantanee dal proprio smartphone.

1. Prima Classificata

85%

punteggio

HP Sprocket Plus 2FR86A


HP Sprocket Plus 2FR86A - Recensione
Le Migliori Offerte Online
Tipo di stampaZINK
Formato stampa (cm)5,8 x 8,6
Velocità stampa (1 foto)68 sec.
Capacità batteria (mAh)900
Peso stampante (g)204

2. Seconda Classificata

82%

punteggio

HP Sprocket Z3Z92A


HP Sprocket Z3Z92A - Recensione
Le Migliori Offerte Online
Tipo di stampaZINK
Formato stampa (cm)5,0 x 7,6
Velocità stampa (1 foto)40 sec.
Capacità batteria (mAh)500
Peso stampante (g)172

3. Terza Classificata

79%

punteggio

Kodak Mini 2


Kodak Mini 2 - Recensione
Le Migliori Offerte Online
Tipo di stampasublimazione
Formato stampa (cm)5,3 x 8,6
Velocità stampa (1 foto)50 sec.
Capacità batteria (mAh)620
Peso stampante (g)238

Migliori Stampanti Portatili Inkjet A4

Questa è la nostra selezione delle migliori stampanti portatili a getto di inchiostro che abbiamo confrontato e diviso per fascia di prezzo. Questi tre modelli portatili sono l’ideale per stampare documenti o fotografie fino al formato A4.

1. Prima Classificata

88%

punteggio

Canon PIXMA iP110


Canon PIXMA iP110 - Recensione
Le Migliori Offerte Online
Risoluzione stampa (dpi)9600 x 2400
Velocità stampa (b/n)9 ipm
Velocità stampa (colori)5,8 ipm
Alimentazionebatteria/cavo
Multifunzioneno
Connessione WiFisi

2. Seconda Classificata

86%

punteggio

HP OfficeJet 250


HP OfficeJet 250 - Recensione
Le Migliori Offerte Online
Risoluzione stampa (dpi)4800 x 1200
Velocità stampa (b/n)10 ppm
Velocità stampa (colori)7 ipm
Alimentazionebatteria/cavo
Multifunzionesi
Connessione WiFisi

3. Terza Classificata

84%

punteggio

Epson Workforce WF-100W


Epson Workforce WF-100W - Recensione
Le Migliori Offerte Online
Risoluzione stampa (dpi)5760 x 1440
Velocità stampa (b/n)7 ppm
Velocità stampa (colori)4 ipm
Alimentazionebatteria/cavo
Multifunzioneno
Connessione WiFisi

Migliori Stampanti Termiche per Etichette

Queste sono le tre stampanti che abbiamo selezionato come le migliori stampanti termiche portatili per etichette. Abbiamo scelto e classificato per prezzo questi tre modelli per le loro ottime prestazioni nella stampa di etichette adesive.

1. Prima Classificata

87%

punteggio

Brother QL-820NWB


Brother QL-820NWB - Recensione
Le Migliori Offerte Online
Colori di Stamparosso / nero
Etichette al minuto110
Larghezza Etichette (mm)62
Alimentazionecavo/batteria
Bluetoothsi
WiFisi

2. Seconda Classificata

82%

punteggio

Dymo LabelWriter 450 Turbo


Dymo LabelWriter 450 Turbo  - Recensione
Le Migliori Offerte Online
Colori di Stampanero
Etichette al minuto71
Larghezza Etichette (mm)190
Alimentazionecavo
Bluetoothno
WiFino

3. Terza Classificata

77%

punteggio

Brother QL-800


Brother QL-800 - Recensione
Le Migliori Offerte Online
Colori di Stamparosso / nero
Etichette al minuto93
Larghezza Etichette (mm)62
Alimentazionecavo
Bluetoothno
WiFino

Le Migliori 3 Offerte di OGGI su Amazon

Questi sono i 3 modelli di Stampante Portatile con il Migliore Sconto di OGGI su Amazon. Le Offerte possono variare ogni giorno, quindi approfittane prima che scadano.

Stampante Portatile | Guida all'Acquisto

Come scegliere il giusto modello di Stampante Portatile? In questa guida all'acquisto, vi aiuteremo a capire quali caratteristiche deve avere un buon modello di Stampante Portatile e le principali differenze tra le varie tipologie.

1. Quando Acquistare una Stampante Portatile?


Se avete la necessità di stampare fotografie in modo istantaneo o più semplicemente di avere una stampante di piccole dimensioni da portarsi dietro durante eventuali spostamenti, una stampante portatile è sicuramente la scelta ideale.

Esistono tuttavia diverse tipologie di stampanti portatili in commercio, da quelle fotografiche, a quelle multifunzione per formati A4, fino a quelle termiche per la stampa di etichette o ricevute, ciascuna delle quali con possibilità o meno di stampare direttamente dal proprio smartphone.

Vediamo dunque come scegliere la migliore stampante portatile, analizzando tutti i fattori più importanti da tenere in considerazione prima di passare ad un eventuale acquisto.

2. Stampe a colori o in bianco e nero?


Una stampante portatile deve poter garantire la stampa di un documento quando si è in viaggio o in tutte quelle situazioni in cui non è possibile utilizzare una stampante fissa. Se tra i principali aspetti da valutare ci sono le dimensioni di ingombro, ancor prima è bene stabilire il tipo di utilizzo previsto e di conseguenza quale stampante portatile comprare.

Dovendo stampare esclusivamente documenti, è inutile scegliere un dispositivo a colori, al contrario volendo ottenere anche immagini fotografiche o delle presentazioni più coinvolgenti, è necessario puntare su una stampante portatile a colori. Quest’aspetto incide anche su un ulteriore fattore: la scelta tra tecnologia laser o inkjet.

La maggior parte delle case costruttrici offrono una buona varietà di prodotti per cercare di soddisfare tutte le esigenze. Quindi, è necessario avere ben chiaro il motivo per cui si sta acquistando una stampante portatile e agire di conseguenza.

In linea di massima, la tecnologia più diffusa è quella inkjet con la possibilità di ottenere una buona versatilità d’uso e accettabili costi di stampa per pagina.

3. Tipi di Stampante Portatile


In commercio ci sono diverse categorie di stampanti portatili in modo da soddisfare tutte le possibili necessità ed esigenze, vediamo in cosa si differenziano e quali sono le principali tecnologie di stampa che ciascuna categoria di stampante portatile adotta.

A. Stampanti Portatili per formato A4

Questi modelli offrono la possibilità di stampare sia a colori che bianco e nero su fogli di carta fino al formato A4. Chiaramente hanno dimensioni di ingombro maggiori ma, comunque, abbastanza compatte per permettere un comodo trasporto.

Solitamente è possibile utilizzare anche fogli di formati standard più piccoli come gli A5 e A6 oppure stampare direttamente sulle buste.

Esistono poi delle vere e proprio stampanti portatili multifunzione che quindi offrono tutte le funzionalità tipiche di una stampante multifunzione inkjet desktop, ma con dimensioni decisamente ridotte, a discapito delle prestazioni. Bisogna comunque precisare che in questo caso, si perde un po’ il concetto di “stampante portatile”.

B. Stampanti Portatili Fotografiche per Smartphone

Questa tipologia di dispositivi da qualche tempo sta riscuotendo sempre più successo e sono conosciute come stampanti fotografiche istantanee. Si tratta di stampanti dalle dimensioni di pochi centimetri, un peso attorno ai 200 grammi e da riporre comodamente in una tasca.

Le stampanti fotografiche istantanee, sono generalmente dotate di connettività Bluetooth ed NFC e si associano con uno smartphone per poter stampare le foto in modo istantaneo su carta fotografica adesiva proprietaria. Offrono totale compatibilità sia con sistemi Android che iOS e hanno un’app da dover installare sul dispositivo mobile.

Generalmente, la tecnologia di stampa utilizzata da questa tipologia di stampanti è la “sublimazione Termica“, in cui ogni tot. stampe, è necessario sostituire l’apposita cartuccia. Questo è ad esempio il caso di alcuni modelli della Kodak, ma negli ultimi anni, HP ha inventato un nuovo metodo di stampa termica, denominata “ZINK” o “Zero Ink“, in cui non è più necessario sostituire eventuali cartucce di stampa.

In questo tipo di stampanti poi, di solito non è presente alcun tipo di display o di pannelli comandi in particolare, tutto si gestisce direttamente dal telefono con estrema facilità ed immediatezza. Di solito queste mini stampanti riescono a stampare una foto in circa 60 secondi o poco meno.

Tra i dispositivi migliori in commercio ci sono i prodotti offerti dalla HP e dalla Polaroid; hanno caratteristiche simili e normalmente stampano su un tipo di carta proprietaria con dimensioni di 10 x 15 cm o nella maggior parte dei casi in formati di circa 5 x 8 cm, ogni stampante portatile offre i propri formati di stampa.

Rappresentano una soluzione ideale per chi desidera ottenere in poco tempo una fotografia da mettere in un album oppure da attaccare dove si desidera. Tuttavia, il punto debole di questi prodotti è la bassa fedeltà cromatica con l’immagine originale: il motivo sono i naturali limiti tecnologici per le dimensioni ridotte del dispositivo.

C. Stampanti Portatili Termiche

Questa tipologia si suddivide in altre due categorie: stampanti per scontrini e quelle per biglietti o etichette.

C.1 – Stampanti Termiche per Scontrini

Le prime sono dei dispositivi utilizzati per ottenere il classico scontrino fiscale su rotolo di carta. Offrono dimensioni veramente ridotte, possibilità di collegamento tramite bluetooth o porta USB e compatibilità con sistemi Windows, Linux, Android e iOS. Sono la soluzione ideale in tutti quei casi dove si utilizzano pagamenti elettronicie non si dispone di un registratore di cassa fisso.

C.2 – Stampanti Termiche per Etichette e Biglietti

Le stampanti termiche per biglietti ed etichette sono invece modelli adatti per stampare su particolari supporti adesivi. In commercio si trovano moltissimi prodotti tra cui scegliere in base alle proprie necessità. In caso si debbano ottenere etichette adesive di identificazione in magazzino, per la spedizione o codici a barre, rappresentano una soluzione che consente la massima praticità e comodità.

modelli di fascia alta inoltre, come alcuni dispositivi della Brother, garantiscono connessione Wi-Fi, connettività Bluetooth, collegamento con cavo USB, stampa a due colori (rosso e nero) e velocità di oltre 100 etichette al minuto.

4. Velocità di Stampa


Questo particolare è essenziale soprattutto per coloro che sono costretti a stampare quotidianamente un ingente numero di fogli: anche pochi secondi risparmiati fanno la differenza. Sono due gli elementi da valutare per capire le reali performancedell’apparecchio.

  • Tempo di attesa (in secondi): innanzitutto c’è la rapidità con cui viene stampata la prima pagina, ovvero il tempo che intercorre tra l’invio del comando di stampa e la stampa vera e propria del documento o fotografia.
  • Pagine al minuto (in ppm): il secondo elemento riguarda il numero di pagine stampate al minuto, la cui unità di misura è espressa in “ppm“.

Una buona stampante portatile deve necessariamente consentire di stampare la prima pagina nell’arco di 10 o 20 secondi dopo aver lanciato il comando e successivamente stampare con una velocità media di almeno 8 / 10 pagine al minuto che sale a 20 / 25 (o più) per i modelli di fascia alta.

Per chi normalmente utilizza stampanti fisse, questi valori possono apparire un po’ bassi, ma in realtà sono i migliori risultati ottenibili in una stampante portatile, con la tecnologia attuale.

5. Qualità di Stampa: risoluzione (DPI)


Quando si parla di qualità di stampa, il riferimento è alla risoluzione massima che è in grado di offrire la macchina. Valore che va ad incidere sulla nitidezza del testo e sulla eventuale qualità dell’immagine a colori.

Come scegliere una stampante portatile in base alla risoluzione? È chiaro come, anche in questo caso, tutto dipenda dal tipo di utilizzo previsto. Dovendo stampare esclusivamente documenti di testo, non è necessario acquistare dispositivi ad elevata risoluzione.

Il discorso cambia completamente se lo scopo è ottenere delle belle stampe fotografiche oppure documenti che contengono sia testo che immagini.

Per capire che risoluzione ha una stampante, si deve cercare nella scheda tecnica il numero di DPI (dots per inch), ovvero punti per pollice. È un valore che indica quanti punti di inchiostro vengono utilizzati per creare un segmento della misura di un pollice, ossia 2,54 cm.

È un dato del tutto paragonabile al numero di pixel presenti in una TV a schermo piatto o nel monitor di un PC: maggiore è la quantità di punti per singola unità e maggiore sarà la qualità finale dell’immagine visualizzata o della fotografia stampata.

Le stampanti entry level ad esempio, garantiscono valori di 1200 x 1200 DPI, adatti per stampare pagine in bianco e nero. La risoluzione sale progressivamente con l’aumentare del prezzo, fino ad arrivare a valori più prestazionali di 4800 x 1200 o 5800 x 1440 nei prodotti di fascia più alta.

Per chi ha particolari esigenze di stampe a livello fotografico, ci sono stampanti della Canon che raggiungono anche i 9600 DPI.

6. Scala Cromatica di una Stampante Portatile


Questo fattore riguarda in particolare le stampanti portatili inkjet. Rispetto ad una stampante desktop che può disporre anche di singole cartucce per i vari colori di base, le limitate dimensioni di una stampante mobile, costringono ad utilizzare due soli vani: uno per l’inchiostro nero e l’altro per una cartuccia così detta “tricroma” in cui sono contenuti i tre colori base, ovvero ciano, magenta e giallo.

Per questo motivo, normalmente, la qualità fotografica ottenuta da una stampante portatile, non è paragonabile ad una stampante fotografica desktop, seppur si riescano ad ottenere dei risultati più che soddisfacenti.

7. Connettività e Interfacce per il Mobile


La connettività rappresenta un aspetto di vitale importanza per la praticità d’uso della stampante e per godere della massima versatilità. La connessione Wi-Fi è senza dubbio una dotazione che offre innumerevoli possibilità: elimina la presenza di fastidiosi cavi e aumenta la facilità di gestione della stampa. Il dispositivo può essere spostato liberamente e si può posizionare dove meglio si crede senza nessun vincolo, se non la portata del segnale.

La connessione Bluetooth è un’ulteriore opportunità di collegare la stampante in modalità wireless: ai vantaggi offerti dal Wi-Fi si aggiunge la completa indipendenza dalla linea telefonica, con il solo limite di dover rimanere ad una certa distanza dalla stampante (di solito 10 metri) per evitare di perdere il segnale ed interrompere la stampa.

Alcuni modelli possono disporre anche della connessione NFC (Near Field Communication) da utilizzare solamente con dispositivi mobile predisposti: è sufficiente avvicinare o appoggiare uno smartphone sulla stampante per effettuare il collegamento.

Naturalmente una stampante portatile di buon livello è dotata di presa USB per il collegamento tramite cavo o per inserire una chiavetta. Spesso si può trovare anche uno slot per schede SD e Micro SD in modo da caricare direttamente i documenti da stampare.

8. Gestione della Carta: formato e grammatura


Quando si sceglie una stampante portatile, è molto importante valutare anche tutti quegli aspetti che riguardano la gestione della carta, ovvero il formato dei fogli supportato dalla stampante, la tipologia del cassetto di raccolta la grammatura della carta, quindi lo spessore massimo consentito. Vediamo questi aspetti nel dettaglio, cercando di fare ulteriore chiarezza su come scegliere una stampante portatile in base alla gestione della carta.

A. Cassetto di raccolta dei fogli

Questo particolare è ciò che consente di poter posizionare un certo numero di foglie avere un’adeguata capacità di stampa. I modelli fissi, non avendo problemi di spazio, dispongono anche di cassetti multipli dove alloggiare più risme di fogli.

In una stampante portatile particolarmente compatta, potrebbe mancare il cassetto dovendo procedere con l’inserimento manuale dei fogli; negli altri casi troviamo un solo contenitore in cui inserire un numero limitato di pagine (mediamente si arriva ad un massimo di 15 / 20 fogli).

B. Formato dei fogli

Il formato che la maggior parte delle stampanti portatili accetta di default è l’A4. Normalmente vengono supportati anche fogli di altre dimensioni abbastanza comuni come: A5, A6, B5 e C6. In alcuni casi è facile trovare la possibilità di stampare su buste o carta fotografica.

Il discorso cambia nel caso in cui parliamo di stampante portatile per foto istantanee dal proprio smartphone, in cui i formati massimi consentiti sono di solito molto piccoli, come ad esempio 5,3 x 8,6 cm, oppure 5 x 7,6 cm5,8 x 8,6 cm e così via, tutti esempi di come possono essere i vari formati di stampa di una stampante fotografica istantanea.

C. Grammatura della carta

La grammatura è un valore che spesso viene completamente ignorato ma che in realtà riveste una certa importanza qualora vogliamo stampare su un tipo di carta più spessa della carta comune.

Nelle stampanti che utilizzano solo fogli di carta, il valore normalmente è compreso tra 60 e 90 g/m2. Se invece si desidera stampare, ad esempio su cartoncino, è necessario scegliere un modello con grammatura che arrivi anche a 200 / 350 g/m2.

Alcune stampanti multifunzione inkjet, permettono anche di stampare su supporti diversi come un CD, utilizzando un apposito accessorio / carrellino che fa da supporto per la stampa su cd. Solitamente, in quei casi, la stampante permette di stampare anche su fogli di carta con grammatura abbastanza alta.

9. Funzione Fronte/Retro: a cosa serve?


La funzione “fronte/retro” automatica, permette alla stampante di stampare su entrambi i lati di un foglio in modo completamente automatico, quindi senza dover girare il foglio manualmente.

Molto spesso si sottovaluta l’importanza di questa particolare funzione, accorgendosi della reale utilità solo nel momento del bisogno, scoprendo poi che non è presente tra le opzioni di stampa.

Per evitare di dover fare delle scomode operazioni manuali, è bene verificare dunque la presenza della modalità automatica fronte/retro che farà risparmiare moltissimo tempo.

Sebbene in questa guida stiamo parlando di stampanti portatili compatte, la stampa fronte/retro automatica, è una funzione che possiamo trovare anche in alcuni modelli di stampante portatile multifunzione, quindi fate sempre attenzione alle specifiche tecniche della stampante portatile che sceglierete di comprare.

10. Dimensioni e Peso


Determinata la qualità della stampa che deve garantire una stampante portatile, sarà necessario valutarne la struttura, quindi le dimensioni e il peso, proprio perché, trattandosi di un dispositivo portatile, questi due fattori giocano un ruolo decisivo quando si decide di acquistare una buona stampante portatile.

Se desideriamo la massima mobilità e facilità di trasporto, dovremo scegliere un modello il più compatto possibile che utilizza fogli A4, in modo da permetterci di stampare documenti in qualsiasi situazione.

In commercio si trovano soluzioni per ogni esigenza, con prodotti dalle dimensioni così compatte da poterli infilare tranquillamente in uno zainetto e dal peso che oscilla tra 1 e 1,5 kg.

Per stampanti portatili fotografiche invece, che supportano solo formati di fogli molti piccoli, il peso può avvicinarsi e scendere anche sotto i 200 grammi.

11. Tipo di alimentazione: batteria o cavo?


La maggior parte delle stampanti portatili funzionano sia con cavo, sia con batteria ricaricabile. In ogni caso sarà presente un alimentatore per collegare direttamente alla presa elettrica il dispositivo oppure per metterlo sotto carica. Ci sono modelli che prevedono l’alimentazione tramite cavo USB in dotazione.

Una considerazione interessante riguarda la velocità di stampa: normalmente un dispositivo alimentato via cavo, stampa più rapidamente di un dispositivo alimentato a batteria, un fattore quindi da non sottovalutare se la vostra priorità dovesse essere la velocità di stampa.

12. Autonomia di una Stampante Portatile a Batteria


Per ogni dispositivo mobile, l’autonomia ha la sua importanza e anche le stampanti portatili non si sottraggono a tale regola. La durata della carica è direttamente proporzionale al numero di fogli stampati, al formato e alla qualità di stampa.

Considerate che mediamente una buona stampante portatile, arriva a stampare 20 pagine in formato A4 prima di dover essere collegata direttamente ad una presa di corrente. Quindi valutate bene le vostre specifiche esigenze prima di decidere quale stampate portatile comprare.

13. Controlli principali: display e facilità d’uso


Di solito i comandi per questa categoria di dispositivi sono piuttosto limitati. Quasi sempre è presente un display a cristalli liquidi in cui sono indicate varie informazioni sulla stato di funzionamento. Troviamo poi un pulsante on/off, oltre ad eventuali tasti fisici per muoversi all’interno del menu ed accedere alle varie impostazioni.

Nei modelli di fascia alta è possibile trovare anche schermi con funzionalità touch screen. In ogni caso, dipende dal tipo di stampante portatile, specialmente se si tratta di una stampante portatile multifunzione, una stampante termica o una stampante portatile per foto istantanee. In quest’ultima categoria di stampanti ad esempio, difficilmente troveremo un display e i comandi risulteranno veramente ridotti al minimo indispensabile.

Altri Modelli di Stampante Portatile

Qui sotto trovi gli altri modelli di Stampante Portatile che abbiamo confrontato e che potrebbero interessarti. Se desideri vederli tutti, clicca sul seguente link: → Stampante Portatile | Modelli

Domande e Risposte | Sceltaideale.it

Ti Serve Aiuto?

Non sai ancora Quale Stampante Portatile scegliere? Se hai bisogno di aiuto, puoi registrarti al nostro servizio di Domande e Risposte, lo staff di ✓sceltaideale.it ti aiuterà a scegliere il modello più adatto per le tue esigenze.

↑ Torna Su

al Menù Iniziale

↑ Torna Su

alle Offerte di Oggi

Search
Generic filters
Exact matches only
Filter by Custom Post Type
Search
Generic filters
Exact matches only
Filter by Custom Post Type